Microfoni

I microfoni, impariamo a conoscerli! (parte 1)

A volte vi sarà capitato di guardare un film, un telefilm o una serie tv così così che, tuttavia, ha avuto un grande successo in tutto il mondo e chiedervi come questo sia possibile. Bè, molto spesso la risposta sta nell’audio di grande qualità, che comprende sia i dialoghi sia la colonna sonora e gli effetti, proprio perché al giorno d’oggi l’audio viene considerato tanto quanto le riprese e gli effetti speciali. Purtroppo l’editing audio, cioè la post produzione professionale è costituita da fasi e operazioni molto importanti (e molto costose) come la sostituzione di alcuni dialoghi (ADR) o il doppiaggio, il missaggio e il bilanciamento e l’equalizzazione o l’inserimento di effetti sul suono originale.

Proprio perché il suono è molto importante, è importante utilizzare la giusta attrezzatura, quindi il microfono giusto per ogni singola occasione. Ecco allora di seguito una piccola guida suddivisa in tre parti, per fornirvi un po di conoscenza in più sui microfoni.

Boya BY-PB25 – Asta Telescopica in Carbonio

 

Qual è il microfono giusto per me?

Qual è il microfono giusto per l’attività di video-making?
Il miglior microfono è quello che meglio si adatta alla situazione in cui ci si ritrova a riprendere la scena. Poiché esistono diverse tipologie di microfono, andiamo a vederle insieme per comprendere meglio i punti di forza di ognuna di esse partendo dalla forma e poi dalle specifiche tecniche.

Sappiamo bene che esistono diversi tipi di microfono e ognuno può essere più indicato di altri in un certo tipo di ripresa.

Microfoni a mano (Gelato)
Sono i microfoni più conosciuti, siano essi dotati di cavo oppure di tecnologia senza filo (wireless) e vengono utilizzati prevalentemente nelle interviste o dai presentatori. Sono molto pratici e particolarmente indicati anche in ambienti e contesti rumorosi o quando non c’è il tempo per microfonare l’intervistato con un lavalier.

I microfoni di questo tipo vanno benissimo anche per amplificare un soggetto che non si muove dalla sua posizione e sono conosciuti per la grande resa sonora che possono offrire.

Ovviamente se nella ripresa il microfono non deve apparire allora sarà meglio considerare un’alternativa, come un lavalier o uno shotgun (detto anche fucile).

Boya BY-WHM8-Pro – Microfono a Gelato UHF Wireless

 

Lavalier
Questo tipo di microfono ha dimensioni davvero molto contenute e viene solitamente fissato a un abito con una clip ma, in alcuni casi, può anche essere completamente nascosto tra gli indumenti dell’intervistato o dell’attore. Anche questi microfoni esistono nella versione a filo o wireless e sono molto utili nell’arginare i rumori ambientali grazie alla loro grande vicinanza alla sorgente che si vuole riprendere; può tuttavia insorgere un problema proprio con i tessuti degli indumenti che, mentre l’intervistato si muove, possono addirittura compromettere la qualità dell’audio principale. Questo tipo di microfono non ha certo le qualità sonore di un microfono a mano ed è per questo che ne viene consigliato l’utilizzo congiuntamente a un microfono a fucile.

Boya BY-M1 – Microfono Lavalier a condensatore

 

Shotgun (Fucile)
È un tipo di microfono particolarmente lungo e sottile che può essere facilmente montato su uno stativo, un’asta (boom) oppure direttamente sulla fotocamera o videocamera. Ha il vantaggio che può essere posizionato anche molto lontano dalla sorgente audio che si vuole riprendere proprio perché ha un raggio di azione elevato mantenendo un arco di ripresa molto contenuto (direzionale). È un microfono molto sensibile agli urti e ai piccoli spostamenti accidentali che ne riportano il rumore generato nella ripresa audio finale quindi richiede una grande attenzione nell’uso.

Boya BY-PVM1000 – Microfono Shotgun Professionale

 

Microfoni da studio
Sono microfoni che potrebbero assomigliare alla famiglia dei microfoni a mano ma differiscono da questi per una serie di caratteristiche, a partire dalla forma del diaframma, spesso di grandi dimensioni e dalla tipologia dell’interfaccia con cui si collegano agli strumenti di registrazione del suono. Possono avere prese USB oppure connettori di linea XLR bilanciati. Oltre che a riprendere le voci, dei doppiatori ad esempio, vengono spesso utilizzati per le riprese dei rumori d’ambiente o degli effetti sonori (foley).

Boya BY-M1000 – Microfono da Studio ad Ampio Diaframma

 

Scopri la gama dei microfoni professionali BOYA®

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.